Menu principale
Tematiche

L’ A.N.AC. sottoscrive un Protocollo di Intesa in materia di whistleblowing

15 Febbraio 2022

Si segnala che in data 8 febbraio è stato sottoscritto un Protocollo di intesa tra l’Autorità Nazionale Anticorruzione A.N.AC. e l’associazione LIBERA - Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie (di seguito LIBERA) in materia di emersione dei fenomeni corruttivi e promozione delle procedure di whistleblowing.

Attraverso tale documento si è inteso rinnovare l’impegno assunto con il Protocollo d’intesa stipulato tra le parti in data 10 luglio 2019.

Si evidenzia che l’intesa richiama lo scopo istituzionale primario dell’A.N.AC., ovvero quello di vigilare per prevenire e contrastare i casi di corruzione nelle amministrazioni pubbliche, anche mediante l’attuazione della trasparenza in tutti gli aspetti gestionali, nonché mediante l’attività di vigilanza nell’ambito dei contratti pubblici e degli incarichi e si chiarisce che l’A.N.AC. “considera la diffusione della cultura della legalità nella società civile, la promozione di comportamenti virtuosi e la sensibilizzazione su quanto la corruzione incida sulla vita economico politica del Paese, oltre che sulla vita quotidiana dei cittadini e sul futuro delle giovani generazioni, i primari antidoti al fenomeno corruttivo”.

Alla luce di tali premesse si è inteso rinnovare la collaborazione già in essere per contribuire a diffondere la cultura della legalità, della responsabilità e della trasparenza in seno alla società civile.

Tra le iniziative si segnala che vengono promosse “iniziative civiche finalizzate alla diffusione della “cultura della buona qualità della segnalazione”, rivolte alle Pubbliche Amministrazioni, ai soggetti privati ed economici, alla società civile” e che ci si  impegna “a sensibilizzare la società civile in maniera quanto più diffusa e fruibile sull’utilizzo degli strumenti che la normativa e le Istituzioni - Anac in particolare - mettono a disposizione in tema di prevenzione dei fenomeni corruttivi e di promozione della trasparenza”.

Tale Protocollo di Intesa, occorre evidenziarlo, pone ulteriormente l’accento sull’utilità per le aziende di adottare ed attuare procedure di whistleblowing chiare ed efficaci, in cui i segnalanti possano comprendere aspetti essenziali delle segnalazioni quali l’anonimato e la tutela da condotte ritorsive o discriminatorie.

E ancora, procedure che - fornendo indicazioni chiare al whistleblower - gli consentano di effettuare segnalazioni precise e circostanziate, in cui vengano identificati in modo univoco i destinatari delle segnalazioni e in cui si adottino canali fruibili e idonei a garantire l’anonimato.

Per maggiori informazioni in tema di whistleblowing si segnalano i recenti approfondimenti effettuati dal nostro team di lavoro:

cross