Menu principale
Tematiche

Nuove linee guida per gli impianti di stoccaggio e trattamento dei rifiuti

18 Ottobre 2021


È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 7 ottobre il D.P.C.M. 27 agosto 2021 recante l’"Approvazione delle Linee Guida per la predisposizione del piano di emergenza esterna e per la relativa informazione della popolazione per gli impianti di stoccaggio e trattamento dei rifiuti".

Si tratta di linee guida predisposte da un Gruppo di lavoro inter-istituzionale, concernenti la pianificazione di emergenza esterna e la relativa informazione alla popolazione in caso di eventi incidentali occorrenti negli impianti di stoccaggio e trattamento dei rifiuti (ad es. l’incendio).

Destinatari del documento sono, dunque, gli impianti che effettuano stoccaggio dei rifiuti ai sensi dell’art. 183, comma 1, lett. aa) del d.lgs. 152/2006, gli impianti che svolgono uno o più operazioni di trattamento dei rifiuti ai sensi dell’art. 183, comma 1, lett. s) del d.lgs. 152/2006, nonché i centri di raccolta comunali e intercomunali, autorizzati secondo le modalità previste dal medesimo decreto. Restano, invece, esclusi dall’applicazione delle linee guida gli impianti che rientrano nell’ambito di applicazione del D. Lgs. 105/2015 “Attuazione della direttiva 2012/18/UE relativa al controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi con sostanze pericolose”.

La prima parte delle linee guida riguarda la pianificazione del modello di intervento per la gestione dell’emergenza esterna per gli impianti di stoccaggio/trattamento rifiuti, definendo compiti e funzioni dei vari enti privati (il gestore) e pubblici (Prefetto, Comune, ASL, ARPA, ecc.) sia nella fase di elaborazione del Piano di Emergenza Interno (PEI) ed Esterno (PEE), sia nella fase eventuale di gestione coordinata dell’incidente.

A seguire, le linee guida propongono una metodologia di valutazione del rischio di incendio nelle attività di stoccaggio e trattamento dei rifiuti, attribuendo determinati punteggi a fattori di rischio e misure di prevenzione e protezione presenti nell’impianto e considerando i pericoli per la salute umana e l’ambiente circostante. Il documento fornisce anche delle check-list utili per il calcolo del livello di rischio.

Infine, le linee guida forniscono al gestore (All. C.1) il modello scheda segnalazione evento incidentale del gestore e (All. C.2) il modulo di dichiarazione ai sensi del d.p.r. 28 dicembre 2000 n. 445 sulle informazioni relative all'impianto, ai sensi dell’art. 26, c. 4 del decreto-legge 4 ottobre 2018. Quest’ultimo modulo deve essere compilato, sottoscritto e inviato dal gestore al Prefetto competente per territorio, unitamente agli allegati anche planimetrici ivi indicati.

Il terzo ed ultimo documento fornito dalle linee guida è la scheda dati per la gestione del PEE che, invece, è di competenza del Prefetto e va definita in fase di redazione del Piano.

cross