In data 6 dicembre è stato trasmesso al Senato il testo della Legge di conversione del D.L. 26 ottobre 2019, n. 124, recante Disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili nella versione emendata dalla Camera dei deputati.

Se, da un lato, resta confermato l’inasprimento del trattamento sanzionatorio (aumento di pene e abbassamento delle soglie di punibilità), dall’altro, vi sono significative novità in materia di responsabilità amministrativa degli Enti dipendente da reato.

In particolare il Decreto Fiscale, nella versione ora sottoposta all’esame del Senato, estende la responsabilità delle persone giuridiche ai delitti di Dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti (art. 2 D.lgs. 74/2000), Dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici (art. 3), Emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti (art. 8), Occultamento o distruzione di documenti contabili (art. 10), Sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte (art. 11).

Il testo approvato dalla Camera dei deputati in sede di conversione del DL Fiscale e ora trasmesso al Senato prevede in particolare le seguenti sanzioni in caso di responsabilità ex D.lgs. 231/2001:

 

Nome del file:

FileAzione
1576838441wpdm_Conversione del Decreto Fiscale.pdfScarica